giovedì 10 ottobre 2013

Inizio pittura soldatini

Non avendo ancora ricevuto il 3° pacco, dalla Adler, contenente la fanteria francese, ho dovuto variare i piani ed ho iniziato a dipingere alcuni cavalieri.

La scelta è calata sul 13° raggimento Ussari francese. Si trattava di un reggimento formato da reparti di cavalleria ex Stato della Chiesa ed ex Granducato di Toscana. Questo reggimento era formato da 484 cavalieri. Pertanto con il rapporto che ho scelto di 1a miniatura per 100 effettivi dipingerò 5 miniature. Poiché tale reggimento aveva una compagnia d'Elite, dipingerò 4 Ussari con Shako e 1 con il Busby.

La scelta di tale reggimento è dovuta anche a fatto che sia il Dolman che la Pelisse erano marroni. Quindi volevo verificare questi colori in rapporto a 3 cavalli del medesimo colore. Inoltre volevo sperimentare la presa del colore acrilico sulla miniatura senza la base di Primer. Per 2 motivi essenziali. Il tempo è già poco ed il lavoro che mi si prospetta imponente, se riesco ad evitare la stesura del Primer è tanto di guadagnato. Il secondo motivo è che essendo, ovviamente, le miniature di piccole dimensioni, lo stendere 2 strati di colore, Primer e colore vero e proprio, temo faccia perdere i particolari della miniatura.

Torniamo al lavoro effetivamente svolto: Per prima cosa ho ripulito le miniature prescelte da tutti gli sfridi, ho raddrizzato le spade, che gli Ussari avevano ricurve ma queste in alcuni casi erano proprio ritorte. Quindi ho preso i tappi che da tempo raccoglievo per questo evento.

Le centinaia di tappi che attendevano questo momento
Quindi con una goccia di Vinavil ho incollato 1 cavallo ad 1 tappo.

I 5 Ussari pronti per la pittura
Primo piano dell'Ussaro di Elite ed un Ussaro con la coda del cavallo riattaccata
Atteso che il Vinavil fosse asciutto ho iniziato a dipingere. Il colore scorre facilmente e penetra bene negli "anfratti".

Le miniature dopo il marrone ed il bianco
Appena terminati pubblicherò apposito post.