domenica 5 ottobre 2014

Manovre militati classiche: Penetrazione dal centro

English: Classical manoeuvres of warfare: Penetration of the centre
Français: Manœuvres classiques de la guerrepénétration du centre
Deutsch: K
lassischen Manöver der Kriegsführung: Eindringen des Mittel

_____________________________________


Con questo post presento la manovra classica di penetrazione del centro del fronte avversario.

La manovra di penetrazione al centro (Chandler)
Per effettuare questa manovra devono essere presenti 2 presupposti: il comandante che intende effettuarla deve ritenere di avere una superiorità quantomeno numerica ed il nemico non deve avere possibilità di manovra sui lati. Così come illustrato nella precedente mappa.

Già in fase di disposizione delle truppe il comandante che intende effettuare la manovra, nel nostro caso il "blu", predispone parte delle truppe delle ali in modo tale che possano manovrare agevolmente.

Fase 1: disposizione delle truppe
Vediamo qui sopra la disposizione classica. Un centro "a1/a2" con le rispettive ali "b1/b2" e "c1/c2". Le truppe b2 e c2 sono arretrate per per avere libera la manovra e non destare immediato sospetto al comandante nemico.

Fase 2: inizio attacco 
Il comandante "blu" fa avanzare sia il centro che le ali in modo tale da tener impegnato l'intero fronte avversario.

Fase 3. Convergenza rinforzi al centro
Le truppe non utilizzate nelle ali vengono fatte convergere al centro al fine di creare una forza alquanto superiore a quella nemica in questo settore.

Fase 4. Attacco principale al centro
Mentre le ali si limitano a contenere e tenere impegnate le ali nemiche, il centro sferra l'attacco principale forte della sua grande superiorità numerica.

Fase 5. Sfondamento al centro.
Ne truppe dell'esercito "blu" sfondano al centro. A questo punto in comandante dell'esercito "rosso" non avendo riserve tali da contrastare il nemico, avendo le ali impegnate, avendo occlusioni naturali che gli impediscono manovre (nel nostro caso fiume e colline) è costretto ad organizzare la ritirata prima che si trasformi in rotta.

Un appunto. Napoleone utilizzò questa manovra in previsione della battaglia di Waterloo benché fosse in inferiorità numerica. Si incuneò fra i prussiani ed gli anglo-alleati sperando di battere le due ali prima che ricongiungessero. Ma Bluecher giunse sul campo di Waterloo in tempo per lo scontro decisivo in quanto non trattenuto dalle truppe francesi che dovevano tenerlo impegnato.

Per concludere due immagini ravvicinate dello scontro:

Primo piano degli scontri sull'ala sinistra
Primo piano dei combattimenti al centro dello schieramento