sabato 4 giugno 2016

Russia: 2°, 3°, 4° e 5° Cosacchi a piedi

English: Russia: 2nd, 3rd, 4th and 5th Foot Cossacks
Français: Russie: 2ème, 3ème, 4ème et 5ème Cosaques à pied
Deutsch: Russland: 2., 3., 4. und 5. Fuß Kosaken
Русский: Россия: 2-й, 3-й, 4-й и 5-й казаки ходят
Español: Rusia: 2º, 3º, 4º y 5º cosacos a pie
_____________________________________


Ho creato altri 4 reggimenti di Cosacchi a Piedi. Come noto l'ampia autonomia lasciata al popolo cosacco permetteva la creazione di reparti di fanteria, cavalleria e artiglieria autonomi. Anche gli ufficiali erano scelti fra i cosacchi ad avevano gradi con nomi diversi da quelli dell'esercito russo. Solamente alcune unità scelte inserite all'interno della Guardia erano gestite all'interno dell'esercito zarista, le altre erano utilizzate come fanteria/cavalleria leggera e con compiti vicini a quelli della guerriglia. In massima parte i cosacchi avevano reparti di cavalleria ma non mancavano piccoli reggimenti di fanteria. 

Teoricamente i reggimenti di fanteria cosacca erano formati da 828 uomini (da cui 8 miniature) ma nella realtà variavano molto dalla disponibilità o meno di uomini. Pertanto, nella realtà, si trattava di battaglioni e non di reggimenti. Senza contare che non essendovi fucili per tutti, molti erano armati di sole picche. Inoltre non erano passati molti anni dalla rivolta di Pugachov e l'idea di avere un nemico all'interno dei confini della Russia non faceva dormire sonni tranquilli alla Corte in quanto la fedeltà dei cosacchi era sì testata nelle guerre degli anni precedenti contro ottomani e persiani ma il timore che nel intravvedere una vittoria di Napoleone facesse riesplodere tensioni con i cosacchi non favoriva certamente l'idea di equipaggiarli con armi nuove e sufficienti. 

2° Cosacchi, Cosacchi del Don. Giubba azzurra come i pantaloni. Non vi era colore distintivo. Ufficialmente in dotazione vi era il berretto di panno con la visiera ma nella realtà il copricapo variava dalla disponibilità, molti avevano il colbacco.
3° Cosacchi, Cosacchi del Don. Giubba azzurra come i pantaloni. Non vi era colore distintivo. Ufficialmente in dotazione vi era il berretto di panno con la visiera ma nella realtà il copricapo variava dalla disponibilità, molti avevano il colbacco.
4° Cosacchi, Cosacchi del Don. Giubba azzurra come i pantaloni. Non vi era colore distintivo. Ufficialmente in dotazione vi era il berretto di panno con la visiera ma nella realtà il copricapo variava dalla disponibilità, molti avevano il colbacco.
5° Cosacchi, Cosacchi del Mar Nero. Giubba celeste come i pantaloni. Non vi era colore distintivo. Ufficialmente in dotazione vi era il berretto di panno con la visiera ma nella realtà il copricapo variava dalla disponibilità, molti avevano il colbacco.

Di seguito alcune immagini dei 4 reggimenti. 
I 4 Reggimenti in marcia davanti un villaggio russo
I 4 reggimenti di fanteria cosacca
 Sono state utilizzate miniature della Adler e della Baccus mischiate.
Altra immagine dei reggimenti cosacchi
Notare che queste unità di fanteria non utilizzavano le bandiere zariste ma avevano proprie bandiere.
Il 2° Cosacchi, Cosacchi del Don
Il 3° Cosacchi, Cosacchi del Don
Il 4° Cosacchi, Cosacchi del Don 
Il 5° Cosacchi, Cosacchi del Mar Nero
Ho dipinto questa unità con una tonalità di celeste più chiaro.
Di seguito alcune immagini delle truppe cosacche create sinora. Notare l'imponente cavalleria.
Panoramica delle truppe cosacche
Primo piano del grosso della cavalleria
Sullo sfondo i 5 reggimenti cosacchi creati sinora.
Altra cavalleria cosacca
Ulteriore cavalleria cosacca
Le ultime unità di cavalleria cosacca