venerdì 11 aprile 2014

In arrivo i primi soldatini dalla Baccus

Dopo aver dipinto 1438 miniature della Adler, comprese quelle che imbasetterò nel fine settimana, incominciavo ad essere in difficoltà nel scegliere ed organizzare nuove unità in quanto la maggioranza delle miniature che mi rimangono hanno il cresthelm. Al momento non ho voglia di dipingere solo reggimenti austriaci.

Ho quindi inviato un ordine alla Baccus (Polemos) per riempire nuovamente i contenitori delle miniature da dipingere.

Ho cambiato fornitore non perché non fossi contento delle miniature Adler, anzi, ma per diversificare il prodotto. Per verificare la compatibilità fra i due produttori e, soprattutto, per acquisire miniature che, almeno al momento, non sono prodotte dalla Adler.

Fra gli altri ho acquistato: cosacchi, cavalleria e fanteria con il Tarleton. Granatieri austriaci e spagnoli. Olpechnie russi con picca e con fucile, Landwehr austriaci e prussiani. E parecchi altri, fra i quali anche una confezione di Rochets inglesi oltre a Cosacchi e Pancerni di epoche precedenti. Per i cosacchi ovviamente è per diversificare le pose delle miniature. I Pancerni mi serviranno per creare le unità di Circassi, Baskiri, Ceceni, Kalmuki e Tartari che, come unità irregolari russe, fruivano dei loro abiti tradizionali e quindi erano abbigliati ed armati come nei secoli precedenti: archi e frecce, scudi e parti di armature.

Appena arriveranno le miniature ordinate mi riprometto di creare un dettagliato post di raffronto fra i due prodotti.