mercoledì 17 febbraio 2016

Armistizio di Cherasco

English: Armistice of Cherasco
Français: Armistice de Cherasco
Deutsch: Waffenstillstand von Cherasco
_____________________________________


Nel mese di Aprile a Cherasco si terrà una manifestazione per i 220 anni dell'Armistizio di Cherasco stipulato da Napoleone Bonaparte ed il Regno di Sardegna. Come tutti gli anni viene organizzata una rievocazione storica (link Rievocazione Cherasco). 
Tramite amicizie comuni con l'Amministrazione Comunale si ritiene di organizzare una sala ove potrò allestire una ricostruzione dell'arrivo delle truppe francesi e la ritirata degli Austro-Piemontesi verso Torino. 

Rievocazione a Cherasco nel 2015
Rievocazione a Cherasco nel 2015
Ricordo brevemente l'evento. Le truppe Napoleoniche penetrano in Piemonte dalla Liguria. Sconfiggono gli Austro-Piemontesi in una serie di battaglie sugli appennini. Dopo la Battaglia di Mondovì (21-22 aprile 1796) le truppe Austro-Piemontesi si ritirano verso Torino e si posizionano attorno a Cherasco. Con una marcia veloce le truppe Francesi giungono in vista di Cherasco da sud-est. Gli Austro-Piemontesi non sono pronti alla battaglia e si ritirano precipitosamente. I Piemontesi verso nord per organizzare la difesa della capitale Torino. Gli austriaci verso la Lombardia per difendere i confini dell'Impero. Prevedendo la disfatta i Piemontesi si accordano con Napoleone per un armistizio che verrà firmato a Cherasco il 28 aprile 1796. Armistizio che segnò la fine del Regno di Sardegna facendo acquisire il Piemonte alla Francia. Il Re si ritira a Cagliari in Sardegna. 

I colloqui per l'armistizio
Una piccola nota personale. Lo scontro di retroguardia dopo la Battaglia di Mondovì (22 aprile 1796), per dare tempo alle truppe Austro-Piemontesi di ritirarsi, si svolse con l'accanita resistenza di un distaccamento di fanteria leggera piemontese supportato dall'artiglieria. Questi si erano attestati su un colle presso Mondovì chiamato Brichetto. Da cui il nome dello scontro. Un mio antenato, Jean-Baptista de Graya, vi prese parte e sopravvissuto allo scontro fu soprannominato Brichetto. Da cui discese il nomignolo della famiglia che portiamo ancora oggi. Occorre ricordare che all'epoca in Piemonte di parlava il Piemontese e si scriveva in Francese. Da cui il nome del mio avo in francese, ma veniva chiamato in piemontese Juan-Batista. Il nome Brichetto deriva dal piemontese "brich" ossia colle, e Brichetto (Brichet) significa "piccolo colle".      
Fanteria Leggera Piemontese (da una rievocazione in Veneto)
Lo scontro del Brichetto presso Mondovì
Si nota sulla sinistra l'artiglieria posizionata sul colle. 

Come intendo preparare la rievocazione: usando un tavolo 4x2m preparerò il terreno e la disposizione delle truppe secondo il seguente schema:
Schema di disposizione
Utilizzerò le mie basette per rappresentare i villaggi e la campagna. 
Villaggio
Scorcio della campagna
Invece per la cittadina di Cherasco utilizzerò la città fortificata in quanto Cherasco era circondata da mura:
Antica mappa di Cherasco
Città fortificata
Altra immagine della città fortificata
L'unica pecca è che i miei soldatini sono di epoca successiva (1805-1815), Ma si darà ugualmente l'idea del movimento delle truppe. 
Farò delle fotografie e presenterò un post dedicato